L’Avaro

di Molière con Alessandro Benvenuti

Teatro Alfieri marzo 2017

libero adattamento, ideazione spazio, costumi, regia Ugo Chiti

con Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Paolo Ciotti, Gabriele Giaffreda, Desirée Noferini

ricerca e realizzazione costumi Giuliana Colzi, luci Marco Messeri, musiche Vanni Cassori, produzione Arca Azzurra Teatro

Dopo Il malato immaginario, la compagnia Arca Azzurra si confronta nuovamente con un testo del drammaturgo francese per eccellenza: Molière. Questa volta lo fa con L’avaro, opera amara e irresistibilmente comica. Un classico capace, come lo sono i tutti i grandi testi, di parlare del presente senza trasposizioni o forzate interpretazioni. Lo sa bene Ugo Chiti che ne cura ancora una volta l’adattamento e la regia. A contribuire all’allestimento si aggiunge, nella parte del protagonista Arpagone, l’attore e amico Alessandro Benvenuti. Un felice mix di fattori che portano il pubblico nella Parigi del Settecento dietro le vicende di un uomo avido di denaro che trasforma ogni occasione in fonte di guadagno. Tra avarizia scellerata, matrimoni combinati, medici incapaci, lusso sfrenato e gioco d’azzardo non mancano certo i colpi di scena.

Comments
error: copyright Christian De Santi - Reserved right